Cerca:    
Giorno: 19/11/2017  Ora
Login Form

Username:

Password:

LEGGE REGIONALE N. 36 DEL 29 12 1986


BOLLETTINO UFFICIALE REGIONALE 14 1 1987 N. 2

Interventi per favorire la cooperazione fra giovani e anziani e modifica della legge regionale 3 gennaio 1980 n. 2 " Incentivazione e sviluppo della cooperazione ".

 ARTICOLO 1

Finalita'

La Regione allo scopo di favorire lo sviluppo dell' occupazine e nel contempo di promuovere una piu' incisiva politica in favore dei pensionati e della terza eta' attua interventi nei confronti di societa' cooperative che operano nei settori di intervento di cui all' articolo 117 della Costituzione costituite tra soggetti che non abbiano superato il ventinovesimo anno di eta' e lavoratori che godano gia' del trattamento pensionistico e abbiano superato il cinquantesimo anno di eta'. 2. Ai fini della presente legge il numero dei soci di eta' superiore ai cinquant' anni deve essere compreso tra il 15 ed il 25 per cento del totale degli aderenti alla societa' cooperativa e comunque non inferiore a due. 3. Le cooperative costituite ai sensi della presente legge devono possedere i requisiti mutualistici di cui all' articolo 26 del dlCpS 14 dicembre 1947 n. 1577 << Provvedimenti per la cooperazione >>.

ARTICOLO 2

Attivita' di formazione professionale

La Giunta regionale anche in deroga al piano triennale e quale integrazione a quello esecutivo annuale di cui alla legge regionale 7 agosto 1979 n. 27 << Disciplina delle attivita' di formazione professionale >> istituisce corsi di formazione professionale per la qualificazione e specializzazione dei soci delle societa' cooperative di cui all' articolo 1 che non abbiano superato il ventinovesimo anno di eta'. 2. Esecuzione dei corsi di cui al comma precedente e' affidata in via prioritaria alle societa' cooperative che si avvalgono di norma come istruttori dei soci che abbiano superato il cinquantesimo anno di eta' e che risultino esperti del mestiere arte o professione oggetto dell' insegnamento. 3. La Giunta regionale puo' inoltre istituire corsi di formazione professionale anche per i soci delle cooperative gestendoli direttamente o avvalendosi di enti in possesso dei requisiti di cui all' articolo 30 della legge regionale 7 agosto 1979 n. 27. 4. Per accedere alla gestione dei corsi le societa' cooperative e gli enti di cui ai commi precedenti si convenzionano con la Regione ai sensi del primo comma dell' articolo 30 della legge regionale 7 agosto 1979 n. 27 e presentano un apposito progetto che definisca gli obiettivi che intendono perseguire con riferimento al settore di intervento ed alla situazione di mercato. 5. Le societa' cooperative limitatamente al periodo di formazione devono possedere i requisiti di cui al comma dell' articolo 30 della legge regionale 7 agosto 1979 n. 27 e possono essere ammesse ai benefici di cui al successivo articolo 31 della medesima legge.

ARTICOLO 3

Prove finali

Gli allievi che abbiano frequentato con profitto ed assiduita' le attivita' di formazione sono ammessi alle prove finali per l' accertamento dell' idoneita'. 2. L' esame consiste in un colloquio orale ed in una prova pratica. 3. La Commissione esaminatrice costituita ai sensi dell' articolo 7 della legge regionale 7 agosto 1979 n. 27 e' ai fini della presente legge integrata da due esperti nominati dal Presidente della Giunta regionale scelti tra due terne di nominativi fornite l' una dai sindacati confederali di categoria e l' altra dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura competente per territorio.

ARTICOLO 4

Contributi per le attivita' delle cooperative

La Giunta regionale concede alle societa' cooperative a condizione che almeno il 60 per cento dei soci che hanno frequentato i corsi abbiano ottenuto l' attestato di cui all' articolo 3 nei limiti dello stanziamento di bilancio: a) contributo di lire 250.000 per ogni socio che abbia conseguito l' attestato di idoneita' quale concorso alla costituzione del capitale della societa' cooperativa; b) contributo << una tantum >> pari al 70 per cento delle spese sostenute per l' affitto annuale dei locali destinati a laboratorio; c) contributo in conto capitale in misura pari al 50 per cento delle spese di primo impianto; d) contributo pari al 30 per cento della spesa ammissibile per l' acquisto di attrezzature e macchinari. 2. Le domande per ottenere i contributi di cui al presente articolo devono essere presentate entro il mese di ottobre di ogni anno. 3. Qualora l' ammontare complessivo dei contributi da concedere superi lo stanziamento di cui all' articolo 6 si procede ad una riduzione proporzionale dei singoli contributi.

ARTICOLO 5

Modifica della legge regionale 3 gennaio 1980 n. 2

La lettera d) del numero 1 dell' articolo 5 della legge regionale 3 gennaio 1980 n. 2 << Incentivazione e sviluppo della cooperazione >> e' sostituita dalla seguente: << d) il numero dei soci dipendenti portatori di una menomazione fisica psichica o sensoriale o con difficolta' di inserimento sociale che abbiano frequentato corsi di formazione professionale e quello dei soci di cooperative per giovani e anziani che godano gia' del trattamento pensionistico e abbiano superato il cinquantesimo anno di eta'. Le organizzazioni regionali delle cooperative determinano la quota del contributo di cui alla lettera c) dell' articolo 2 da destinare ad interventi per agevolare la costituzione di cooperative tra giovani ed anziani >>.

ARTICOLO 6

Norma finanziaria

ARTICOLO 6 SUBARTICOLO 1

Agli oneri derivanti dall' attuazione della presente legge si provvede mediante prelevamento di lire 150.000.000 in termini di competenza e di cassa dal capitolo 9020 << Fondo occorrente per far fronte ad oneri dipendenti da provvedimenti legislativi in corso concernenti spese correnti per ulteriori programmi di sviluppo >> dello stato di previsione della spesa del bilancio per l' anno finanziario 1986 ed istituzione nel medesimo stato di previsione dei seguenti capitoli:

ARTICOLO 6 SUBARTICOLO 2

Agli oneri derivanti dall' attuazione della presente legge si provvede mediante prelevamento di lire 150.000.000 in termini di competenza e di cassa dal capitolo 9020 << Fondo occorrente per far fronte ad oneri dipendenti da provvedimenti legislativi in corso concernenti spese correnti per ulteriori programmi di sviluppo >> dello stato di previsione della spesa del bilancio per l' anno finanziario 1986 ed istituzione nel medesimo stato di previsione dei seguenti capitoli: - 4615 << Contributo quale concorso per la costituzione del capitale delle cooperative tra giovani ed anziani >> con lo stanziamento di lire 14.000.000 in termini di competenza e di cassa;

OMISSIS

2. All' eventuale rifinanziamento della presente legge per gli esercizi successivi si provvede con legge di bilancio.

ARTICOLO 6 SUBARTICOLO 3

Agli oneri derivanti dall' attuazione della presente legge si provvede mediante prelevamento di lire 150.000.000 in termini di competenza e di cassa dal capitolo 9020 << Fondo occorrente per far fronte ad oneri dipendenti da provvedimenti legislativi in corso concernenti spese correnti per ulteriori programmi di sviluppo >> dello stato di previsione della spesa del bilancio per l' anno finanziario 1986 ed istituzione nel medesimo stato di previsione dei seguenti capitoli: OMISSIS

4620 << Contributo ' una tantum' per l' affitto dei locali destinati a laboratorio delle cooperative tra giovani ed anziani >> con lo stanziamento di lire 60.000.000 in termini di competenza e di cassa;

OMISSIS

2. All' eventuale rifinanziamento della presente legge per gli esercizi successivi si provvede con legge di bilancio.

ARTICOLO 6 SUBARTICOLO 4

Agli oneri derivanti dall' attuazione della presente legge si provvede mediante prelevamento di lire 150.000.000 in termini di competenza e di cassa dal capitolo 9020 << Fondo occorrente per far fronte ad oneri dipendenti da provvedimenti legislativi in corso concernenti spese correnti per ulteriori programmi di sviluppo >> dello stato di previsione della spesa del bilancio per l' anno finanziario 1986 ed istituzione nel medesimo stato di previsione dei seguenti capitoli: OMISSIS

4625 << Contributo per le spese di primo impianto di cooperative tra giovani ed anziani >> con lo stanziamento di lire 16.000.000 in termini di competenza e di cassa;

OMISSIS

2. All' eventuale rifinanziamento della presente legge per gli esercizi successivi si provvede con legge di bilancio.

ARTICOLO 6 SUBARTICOLO 5

Agli oneri derivanti dall' attuazione della presente legge si provvede mediante prelevamento di lire 150.000.000 in termini di competenza e di cassa dal capitolo 9020 << Fondo occorrente per far fronte ad oneri dipendenti da provvedimenti legislativi in corso concernenti spese correnti per ulteriori programmi di sviluppo >> dello stato di previsione della spesa del bilancio per l' anno finanziario 1986 ed istituzione nel medesimo stato di previsione dei seguenti capitoli: OMISSIS

4630 << Contributo per agevolare l' acquisto delle attrezzature e dei macchinari destinati all' attivita' delle cooperative tra giovani ed anziani >> con lo stanziamento di lire 60.000.000 in termini di competenza e di cassa. 2. All' eventuale rifinanziamento della presente legge per gli esercizi successivi si provvede con legge di bilancio.

ARTICOLO 6 SUBARTICOLO 6

All' eventuale rifinanziamento della presente legge per gli esercizi successivi si provvede con legge di bilancio.

La presente legge sara' pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Liguria.

Data a Genova addi' 29 dicembre 1986



 


Torna Indietro
Il parere dei nostri esperti

Problemi di gestione ed amministrazione?
Fai una domanda.
Consulta casi e questioni.

Agenda