Cerca:    
Giorno: 24/11/2017  Ora
Login Form

Username:

Password:

LEGGE REGIONALE N. 41 DEL 17-12-1997


Finanziamenti di spesa nei diversi settori regionali di intervento e rideterminazione delle autorizzazioni di spesa di leggi regionali in vigore, assunti in coincidenza con l'approvazione del bilancio di previsione per l'anno finanziario 1998 (Legge finanziaria per gli anni 1998/ 2000).
Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE VALLE D'AOSTA N. 60 del 29 dicembre 1997

Il Consiglio Regionale ha approvato;
Il Presidente della Giunta Regionale
promulga la seguente legge:

ARTICOLO 1
(Rideterminazione di autorizzazioni di spesa recate da leggi regionali)

1.  Ai sensi e per gli effetti dell' articolo 19 della legge regionale 27 dicembre 1989, n. 90 (Norme in materia di bilancio e di contabilità  generale della Regione Autonoma Valle d' Aosta) le autorizzazioni di spesa recate dalle leggi regionali indicate nell' allegato A sono rideterminate, per gli anni 1998, 1999 e 2000 nelle misure indicate nel medesimo allegato.

 

ARTICOLO 2
(Autorizzazioni limiti di impegno
per l' anno 1998)

 

1.  Per l' erogazione di contributi in conto interessi previsti dalla legge regionale 31 maggio 1983, n. 35, a favore di ditte forestali per l'acquisto di macchinari ed impianti, è  autorizzato, per l' anno 1998, un nuovo limite decennale di impegno di lire 20 milioni (cap. 38600 parz).

2.  Per la concessione di mutui agevolati a favore delle cooperative edilizie ai sensi della legge regionale 28 novembre 1986, n. 56, modificata dalle leggi regionali 17 agosto 1987, n. 79 e 27 luglio 1989, n. 46, è  autorizzato, per l' anno 1998, un nuovo limite di impegno di lire 300 milioni, per quindici anni (cap. 51039 parz).

3.  Per gli interventi regionali integrativi per l' ammortamento di mutui agevolati per l' edilizia convenzionata di cui alla legge regionale 19 agosto 1984, n. 47, è  autorizzato, per l' anno 1998, un nuovo limite di impegno di lire 100 milioni, per quindici anni (cap. 51080 parz).

4.  Per il concorso nel pagamento di interessi su mutui per la costruzione, il recupero e l' ampliamento di immobili destinati alle attività  di imprese artigiane, di cui alla legge regionale 24 gennaio 1989, n. 9, è  autorizzato, per l' anno 1998, un nuovo limite decennale di impegno di lire 80 milioni (cap. 47520 parz).

5.  Per la concessione dei contributi in conto interessi previsti dall' articolo 4, comma 2, lett b, della legge regionale 6 luglio 1984, n. 30, recante interventi regionali in materia di agricoltura, è  autorizzato, per l' anno 1998, un limite decennale di impegno di lire 90 milioni (cap 41220 parz).

6.  Per il concorso nel pagamento di interessi su prestiti d' onore a favore di studenti universitari meritevoli di cui all' articolo 8 della legge regionale 14 giugno 1989, n. 30, è autorizzato, per l' anno 1998 un nuovo limite di impegno di lire 20 milioni (cap 55600 parz).

7.  Per il concorso nel pagamento di interessi su prestiti a favore di operatori agrituristici di cui all' articolo 15 della legge regionale 24 luglio 1995, n. 27, è  autorizzata, per l' anno 1998 un nuovo limite quindicennale di impegno di lire 100 milioni (cap 41610).

8.  Il limite decennale di impegno di lire 250 milioni, autorizzato per l' anno 1997 dall' articolo 7, comma 1, della legge regionale 15 gennaio 1997, n. 1, recante norme per il recupero e la valorizzazione dei prodotti forestali di scarto e dei
rifiuti lignei, è  trasferito all' anno 1998 e rideterminato in lire 50 milioni (cap. 48830).

9.  Il limite quindicennale di impegno di lire 200 milioni, autorizzato per l' anno 1997 dall' articolo 2, comma 5, della legge regionale 24 dicembre 1996, n. 48 << Finanziamenti di spesa nei diversi settori  regionali di intervento e rideterminazione delle autorizzazioni di spesa di leggi regionali in vigore, assunti in coincidenza con l' approvazione del bilancio di previsione per l' anno finanziario 1997 (legge finanziaria per gli anni 1997/ 1999) >> per il concorso nel pagamento di interessi su mutui bancari e locazioni finanziarie concessi per lo sviluppo idroelettrico di cui all' articolo 22 della legge regionale 20 agosto 1993, n. 62, è  trasferito all' anno 1998 (cap. 48975).

ARTICOLO 3
(Disposizioni in materia di patrimonio regionale)

1.  Per l' acquisto di beni immobili necessari per i fini istituzionali o da destinarsi al conseguimento degli obiettivi programmatici della Regione è  autorizzata, per l' anno 1998, la spesa di lire 8.210 milioni (cap. 35060).

2.  Per l' acquisto, la costruzione e la manutenzione di aree e di immobili da destinare al settore industriale è autorizzata, per l' anno 1998, la spesa di lire 7.700 milioni (cap. 46940).

3.  Per l' acquisizione di beni immobili tramite procedura espropriativa per la realizzazione di opere pubbliche è  autorizzata, per l' anno 1998, la spesa di lire 2.900 milioni (capp. 35080 e 35081).

4.  L' autorizzazione di spesa di lire 600 milioni per l' anno 1998, recata dall' articolo 3, comma 4, della legge regionale n. 1/ 1996 (legge finanziaria per gli anni 1996/ 1998) per l' acquisizione di terreni da destinare ad aree protette in applicazione della legge regionale 15 luglio 1987, n. 55, estesa per lire 600 milioni all' anno 1999 dall' articolo 3, comma 4, della legge regionale n. 48/ 1996, è  ridotta a lire 200 milioni annui ed estesa, per il medesimo importo, all' anno 2000 (cap. 67400).

 

ARTICOLO 4
 (Partecipazioni azionarie e conferimenti)

1.  La spesa di lire 5.000 milioni per l' anno 1998 per il rifinanziamento del fondo di rotazione per opere di miglioramento fondiario in agricoltura, autorizzata dall' articolo 13 della legge regionale 24 dicembre 1996, n. 43 è  trasferita all' anno 1999 per lire 2.000 milioni e all' anno 2000 per lire 3.000 milioni (cap. 41490).

2.  La disponibilità  esistente al 31 dicembre 1997 presso la finanziaria regionale Finaosta SpA, sul fondo di rotazione di cui al capo IV (provvidenze per l' agricoltura) della legge regionale 8 ottobre 1973, n. 33 << Costituzione di fondi di rotazione regionale per la promozione di iniziative economiche nel territorio della Valle d' Aosta >> è  trasferita al netto delle eventuali commissioni maturate a tale data, sul fondo di rotazione costituito presso la stessa Finaosta SpA per le finalità  di cui alla lr 24 dicembre 1996, n. 43 << Costituzione di un fondo di rotazione per la realizzazione di opere di miglioramento fondiario in agricoltura >>.

3.  Per gli interventi da effettuarsi tramite la gestione speciale della Finaosta SpA di cui all' articolo 5 della legge regionale 28 giugno 1982, n. 16, è  autorizzata, per l' anno 1998, l' ulteriore spesa di lire 27.000 milioni, di cui lire 5.000 milioni per l' ulteriore sottoscrizione di quote di capitale sociale della << Autoporto Valle d' Aosta SpA >> (cap. 35620
parz).

4.  In relazione ai risultati di gestione dell' esercizio 1996/ 1997 è  autorizzato il conferimento di un finanziamento straordinario di lire 12.120 milioni (cap. 64927) alla Gestione straordinaria della Casa da gioco di Saint - Vincent di cui alla legge regionale 21 dicembre 1993, n. 88 (Istituzione della gestione straordinaria per l' esercizio della Casa da gioco di Saint - Vincent).

5.  L' art. 8 della legge regionale 16/ 1982, come sostituito dall' art. 6 della legge regionale 16 agosto 1994, n. 16, è  così modificato:

<< Art. 8  (Capitale sociale)
 1.  Il capitale sociale della Finaosta è  fissato in lire 200.000.000.000, suddiviso in 200.000 azioni di valore nominale unitario di lire 1.000.000, da sottoscrivere nei tempi e con le modalità  stabilite dall' assemblea straordinaria dei soci >>.

 

ARTICOLO 5
(Disposizioni in materia di personale regionale)

 1.  Ai sensi dell' art. 3, comma 1, lett b, della legge regionale 23 ottobre 1995, n. 45, recante << Riforma dell'organizzazione dell' Amministrazione regionale della Valle d' Aosta e revisione della disciplina del personale >>, la dotazione organica della struttura regionale è  definita in n. 2.612 unità  di personale, ivi comprese n. 77 unità  dipendenti dal Consiglio, di cui n. 138 unità  con qualifica di dirigente, ivi compresi n. 9 dirigenti alle dipendenze del Consiglio.

2.  Per i fini di cui all' articolo 8, comma 2, della medesima legge regionale n. 45/ 1995, l' utilizzo della dotazione organica di cui al comma 1 è  autorizzato nel limite di spesa di lire 160.320 milioni per retribuzioni ed oneri di legge a carico del datore di lavoro, di cui lire 154.360 milioni per il personale amministrato dalla Giunta regionale, iscritte ai capp.  30500 e 30501, lire 1.400 milioni per il personale dell' Agenzia del Lavoro assunto con contratto di  diritto privato (cap. 30631) e lire 4.560 milioni per il personale dipendente dal Consiglio (cap. 20000 parz), ivi comprese le spese per le sostituzioni di personale assente.

3.  Il contigente di personale con qualifica di dirigente di cui al comma 1 è  comprensivo di quello i cui incarichi possono essere conferiti con le modalità  di cui all' articolo 17, comma 7, della legge regionale n. 45/ 1995.

4.  E' autorizzato, a carico dell' esercizio 1998 e seguenti, l' ulteriore onere di lire 1.000 milioni per la chiusura del contratto di lavoro del personale regionale per gli anni 1996/ 1997 (cap. 30650/ 98- 99- 2000 parz).

5.  La spesa di lire 5.000 per l' anno 1998 e di lire 14.000 milioni per l' anno 199, autorizzata dall' articolo 5,comma 5, della legge regionale n. 48/ 1996 per il rinnovo del contratto di lavoro del personale regionale per il biennio 1998/ 99, è  rideterminata in lire 4.000 milioni per l' anno 1998, poste a carico del bilancio 1999 e in lire 12.000 milioni annui a decorrere dall' anno 1999 (cap. 30650/ 99 e 2000 parz).

6.  Per il rinnovo del contratto del personale regionale per il successivo periodo 2000/ 2001 è  autorizzata, per l' anno 2000 la spesa di lire 5.000 milioni (cap. 30650/ 2000 parz).

7.  La Giunta regionale è  autorizzata a disporre con proprio provvedimento le variazioni di bilancio per il trasferimento, tra i capitoli di spesa compresi nel programma 1.2.1 (Spese di funzionamento - personale regionale - personale per il funzionamento dei servizi regionali) del bilancio 1998 e successivi, delle risorse finanziarie occorrenti a dare concreta attuazione agli accordi sindacali per il rinnovo del contratto di lavoro.

8.  In deroga all' articolo 36, comma 2, della legge regionale 27 dicembre 1989, n. 90, ancora per l' anno 1998 non è consentito il prelievo dai Fondi di riserva per integrare gli stanziamenti dei capitoli di bilancio relativi ai compensi per lavoro straordinario (capp 30510, 30620) e per trasferte (capp 30520, 30625, 54780) del personale regionale.  Per il personale assunto per interventi di settore, i cui oneri sono a carico dei capitoli del bilancio regionale compresi nel programma 1.2.3., l' onere per le prestazioni di lavoro straordinario e le spese di trasferta non può  essere superiore, per l' esercizio 1998, a quanto liquidato allo stesso titolo nell' anno 1996.

9.  Ai fini di cui all' articolo 32, comma 1, della legge regionale n. 45/ 1995, la misura massima del compenso lordo complessivamente attribuibile a ciascun componente delle commissioni di concorso, estraneo all' Amministrazione regionale, è  determinato in lire 3 milioni, elevabile del 20% per i presidenti delle commissioni stesse.

10.  Ferme restando le posizioni individuali acquisite al 31 dicembre 1997 da ciascun dipendente regionale, dall' 1 gennaio 1998 gli artt. 189 e 214 della lr 28 luglio 1956, n. 3, sono abrogati;  a decorrere dalla stessa data, cessa di applicarsi al personale della Casa da gioco di Sanint - Vincent il disposto di cui all' art. 21 della deliberazione consiliare n. 335 del 24 novembre 1967.

11.  A decorrere dal 1 gennaio 1998 il personale che cessa dal servizio ha titolo alla liquidazione dell' indennità  per cessazione del rapporto di impiego di cui agli art. 189 e 213 della lr n. 3/ 1956 o del trattamento previsto dalla deliberazione consiliare n. 335/ 97 maturati al 31 dicembre 1997, maggiorato della rivalutazione monetaria calcolata dalla predetta data alla data di cessazione.

 

ARTICOLO 6
(Determinazione delle risorse da destinare al settore della Finanza locale)

1.  L' ammontare delle risorse finanziarie da destinare, per l' anno 1998, agli interventi in materia di finanza locale è determinato, ai sensi dell' articolo 6, comma 1, della legge regionale 20 novembre 1995, n. 48 << Interventi regionali in materia di finanza locale >> nell' importo di lire 289.963 milioni, così  ripartito tra gli strumenti finanziari di cui all'
articolo 5 della medesima legge:

a) Trasferimenti finanziari agli Enti locali senza vincolo di destinazione lire 144.891 milioni (capp 20501 e 20745);

b) interventi per programmi di investimento lire 57.993 milioni, da utilizzarsi, quanto a lire 54.032 milioni, per il completamento dei programmi del FOndo regionale investimenti occupazione (FRIO) di cui alla legge regionale 18 agosto 1986, n. 51 e successive modificazioni ed integrazioni e il finanziamento dei programmi del Fondo per speciali programmi di investimento (FOSPI) di cui al capo II della legge regionale n. 48/ 1995 (programma 2.1.1.03) e quanto a lire 3.961 milioni per gli interventi previsti dalla legge regionale 30 maggio 1994, n. 21 (cap. 33755);

c) Trasferimenti finanziari con vincolo settoriale di destinazione per gli interventi di cui all' articolo 25, comma 3, della predetta legge n. 48/ 1995, lire 86.989 milioni ripartiti ed autorizzati a norma dell' articolo 27 della medesima legge per i singoli interventi e nelle misure indicate
nell' allegato B della presente legge.

2.  Per l' anno 1998, in deroga al disposto di cui all' articolo 11, comma 3 e articolo 13, comma 2 della legge regionale n. 48/ 1995, le risorse finanziarie senza vincolo di destinazione di cui al comma 1, lettera a, sono destinate nella misura dell83 per cento al finanziamento del Comuni (cap. 20501) e per il 17 per cento al finanziamento delle Comunità  Montane (cap. 20745).

3.  Il comma 1 dell' art. 28 della LR n. 48/ 1995 è  sostituito dal presente:
<< 1.  Le spese di investimento dei Comuni, con esclusione di quelle finanziate con mutui e trasferimenti con vincolo settoriale di destinazione, non possono essere inferiori al dieci per cento delle entrate di cui ai Titoli I, II, limitatamente alle entrate senza vincolo settoriale di destinazione, e III del bilancio di previsione. >>

4.  A decorrere dal 1998 il gettito ICI di riferimento da considerare nella formula per la determinazione dei trasferimenti finanziari ai Comuni ai sensi dell' art. 11, comma 2, della lr n. 48/ 1995, riportata nell' allegato A alla medesima legge, resta fissato al gettito ICI  di ciascun Comune nell' anno 1996, ragguagliato all' aliquota del 4 per mille.

5.  Per l' anno 1998, l' ammontare dei trasferimenti agli enti locali, di cui al comma 1, sarà  aumentato della quota dell'eventuale avanzo di amministrazione dell' esercizio 1997 derivante dalle economie realizzate nell' esercizio stesso sullo stanziamento dei capitoli ricompresi nel settore 2.1.1.02.  del bilancio (finanza locale - trasferimenti con vincolo settoriale di destinazione).

 

ARTICOLO 7
(Intervento per favorire l' accesso al credito da parte degli Enti locali)

1.  La spesa per gli interventi previsti dalla legge regionale 30 maggio 1994, n. 21, concernente la concessione di contributi per l' ammortamento dei mutui contratti dagli Enti locali e dagli Enti ad essi strumentali per il finanziamento di spese di investimento, rideterminata in lire 2.984 milioni per l' anno 1997, lire 3.984 milioni per l' anno 1998 e in annue lire 4.984 milioni a decorrere dall' anno 1999, dall' articolo 7 della legge regionale n. 48/ 1996, è  rideterminata in lire 3.961 milioni per l' anno 1998, lire 4.961 milioni per l' anno 1999 e in annue lire 6.061 milioni a decorrere dall' anno 2000 (cap. 33755).

 

ARTICOLO 8
(Risorse finanziarie del Fondo per speciali programmi di investimento)

1.  Per la realizzazione del programma definitivo 1998/ 2000 di cui all' articolo 20 della legge regionale n. 48/ 1995, è autorizzata la spesa complessiva di lire 50.427 milioni (capº 21245 parz) così  suddivisa:
- anno 1998 lire 11.984 milioni;
- anno 1999 lire 31.292 milioni;
- anno 2000 lire 7.151 milioni.

2.  Per l' erogazione dei contributi previsti dall' articolo 21 della legge regionale n. 48/ 1995, la spesa di lire 2.508 milioni per l' anno 1998, è  autorizzata dall' articolo 8, comma 4, della legge regionale n. 48/ 1996, è  rideterminata in lire 3.026 milioni (cap. 21255).

3.  Ai fini dell' approvazione del programma preliminare di cui all' articolo 20 della legge regionale n. 48/ 1995, la spesa di riferimento per il triennio 1999/ 2001 è  determinata in lire 53.442 milioni, di cui indicativamente lire 13.360 milioni per l' anno 1999 e lire 32.322 milioni per l' anno 2000, da destinarsi in via prioritaria al finanziamento degli investimenti proposti dalle Comunità  montane e dai Consorzi di Comuni nella misura del 20%.  Alla autorizzazione della spesa e alla sua articolazione per annualità  di programma, si provvederà  con legge finanziaria per il triennio 1999/ 2001 (cap. 21245 parz).

4.  Per l' erogazione dei contributi previsti dall' articolo 21 della legge regionale n. 48/ 1995, è  autorizzata, per l' anno 1999, la spesa di lire 3.207 milioni (cap. 21255/ 99).

5.  Per l' aggiornamento dei programmi triennali in precedenza approvati, ai sensi della legge regionale 18 agosto 1986, n. 51, e successive modificazioni ed integrazioni, della legge regionale n. 46/ 1993, nonchè  della legge regionale n. 48/ 1995, è  autorizzata, nel triennio 1998/ 2002, la spesa complessiva di lire 10.000 milioni (cap. 21245 parz) così  suddivisa:
- anno 1998 lire 3.334 milioni;
- anno 1999 lire 3.334 milioni;
- anno 2000 lire 3.332 milioni.

ARTICOLO 9
 (Finanziamento di speciali programmi di investimento del Comune di Saint - Vincent)

1.  Per il finanziamento del piano degli interventi per la riqualificazione di Saint - Vincent di cui all' articolo 10 della legge regionale n. 48/ 1996 è  autorizzata, per l' anno 2000, l' ulteriore spesa di lire 7.000 milioni (cap. 33670).

 

ARTICOLO 10
(Interventi per la riqualificazione della città  di Aosta)

 1.  L' autorizzazione alla Giunta regionale a contrarre mutui passivi con istituti di credito o enti autorizzati, nel decennio 1992/ 2002, disposta dall' art. 4, comma 1, della lr 2 marzo 1992, n. 3, recante << Interventi per la riqualificazione di Aosta quale moderno capoluogo regionale >> è  estesa fino al 2003, fermo restando l' importo di spesa complessivo di lire 150 miliardi, autorizzato dal medesimo articolo.

2.  La spesa di lire 15.000 milioni autorizzata dalla predetta legge regionale n. 3/ 1992 per l' anno 1998 è  rideterminata in lire 23.000 milioni (cap. 33665).

3.  Nella medesima misura è  rideterminata l' autorizzazione a contrarre mutui passivi a copertura della spesa (capº 11150).

 

ARTICOLO 11
(Infrastrutture tecniche per il parco del Mont Avic)

 1.  L' autorizzazione di spesa per la realizzazione delle infrastrutture tecniche per il parco regionale << Mont Avic >> di cui alla legge regionale 7 aprile 1992, n. 18, determinata in lire 2.700 milioni per l' anno 1998 e in lire 3.700 milioni per l' anno 1999 dall' articolo 11, comma 1 della legge regionale n. 48/ 1996, è  rideterminata in lire 2.000 milioni per l' anno 1998, lire 3.700 milioni per l' anno 1999 e lire 2.800 milioni per l' anno 2000 (cap. 50150).

2.  Nella medesima misura annua è  rideterminata l' autorizzazione a contrarre mutui passivi a copertura della spesa, recata dalla predetta legge regionale n. 18/ 1992 (cap. 11175).

 

ARTICOLO 12
(Piano di politica del lavoro)

 1.  Il Piano di politica del lavoro per il triennio 1995/ 97 approvato con legge regionale 6 febbraio 1995, n. 3, secondo quanto previsto dall' art. 3 della legge regionale 17 febbraio 1989, n. 13 e modificato dall' articolo 13, commi 2 e 3, della legge regionale n. 48/ 1996, è  prorogato per l' anno 1998 mantenendo inviariati obiettivi e finalità , fatte salve le modifiche al piano di cui ai successivi commi 2 e 3.

2.  Le azioni previste dal Macro Obiettivo n. 4 << Promuovere l' autoimprenditorialità  e la crescita dimensionale delle micro imprese >> escludono le società  cooperative ad eccezione degli interventi previsti ai punti 4.3, lettera b) e 4.3, lettera c).

3.  Il punto 5.2 del Macro Obiettivo 5 << Sostenere le comunità  montane, i comuni, i consorzi di comuni, i servizi della pubblica amministrazione e le cooperative sociali nella realizzazione dei Progetti di utilità  collettiva >> è  integralmente sostituito dal seguente:
5.2 << Promuovere lo sviluppo delle cooperative sociali e loro consorzi. >>
L' Agenzia del lavoro in attuazione della legge regionale n. 20/ 93 promuove lo sviluppo delle cooperative sociali e loro consorzi mediante:
a) L' assunzione delle iniziative di cui al punto 5.1;
b) Il sostegno dell' inserimento lavorativo di soci e dipendenti mediante azioni formative e contributi finanziari di cui al punto 3.3;
c) la formazione dei quadri direttivi e degli operatori sia attraverso iniziative promosse dalla Regione che tramite la partecipazione a iniziative esterne.

4.  Per i fini di cui al comma 1 è  autorizzata, per l' anno 1998, la spesa di lire 4.000 milioni (cap. 26010 parz).

5.  Per la copertura degli oneri derivanti alla Regione dalla approvazione del successivo piano triennale di politiche del lavoro, decorrente dall' anno 1999, è  autorizzata, per gli anni 1999 e 2000, l' iscrizione, sul capitolo 26010, della spesa annua di lire 4.000 milioni.

6.  Al fine di offrire opportunità  di lavoro, con particolare riferimento alle persone in condizioni di difficoltà  o di svantaggio, è  autorizzata, per l' anno 1998, la spesa di lire 2.000 milioni per la realizzazione di un programma straordinario per lavori di pubblica utilità  (cap. 26010 parz).

 

ARTICOLO 13
 (Finanziamento della spesa sanitaria regionale di parte corrente)

1.  La spesa sanitaria regionale di parte corrente è  determinata, per l' anno 1998, in lire 226.380 milioni, di cui:
a) Trasferimenti all' USL per il finanziamento delle spese correnti, lire 215.000 milioni quale << quota indistinta >> (cap. 59900);
b) Trasferimenti all' USL per prestazioni di assistenza sanitaria aggiuntive, lire 3.500 milioni (cap. 59980);
c) Trasferimenti per la formazione e l' aggiornamento del personale sanitario, lire 450 milioni (cap. 62020);
d) Trasferimento all' Agenzia Regionale per la Protezione dell' Ambiente di cui alla legge regionale 4 settembre 1995, n. 41, quale finanziamento annuale per spese di funzionamento in deroga alle modalità  fissate dall' articolo 23, comma 1, lettera a) della medesima legge n. 41/ 95 per la sua determinazione, lire 5.000 milioni (cap. 67380);
e) Interventi diretti della Regione lire 2.430 milioni (capº 59920).

2.  Il comma 4 dell' art. 10 della legge regionale 7 luglio 1997, n. 24, è  sostituito dal seguente:
<< 4.  E' autorizzata la spesa di lire 35.000 milioni per la copertura del disavanzo di gestione registrato dall' USL negli esercizi finanziari 1994 e 1995 (cap. 59925) >>.

 

ARTICOLO 14
(Strutture ospedaliere)

1.  Per la manutenzione straordinaria e l' adeguamento tecnologico delle strutture ospedaliere (legge n. 38/ 1990), è  trasferita all' Unità  Sanitaria Locale, per l' anno 1998, la somma di lire 2.000 milioni (cap. 60380).

2.  La spesa per la progettazione e la realizzazione di strutture sanitarie già  autorizzate in lire 2.500 milioni per il biennio 1989/ 1999 dall' articolo 15, comma 2 della lr n. 48/ 1996, è rideterminata, per il triennio 1998/ 2000, in complessive lire 3.150 milioni, di cui lire 2.450 per l' anno 1998, lire 500 milioni per l' annio 1999 e lire 200 milioni per l' anno 2000 (cap. 60310).

3.  Per opere urgenti di ripristino e straordinaria manutenzione di strutture ospedaliere è  autorizzata, per il triennio 1998/ 2000, la spesa complessiva di lire 82.057 milioni, di cui lire 25.857 milioni per l' anno 1998, lire 30.800 milioni per l' anno 1999 e lire 25.400 milioni per l' anno 2000 (capº 60420).

4.  Il limite del finanziamento annuale vincolato che la Giunta regionale è  autorizzata ad assegnare all' USL per le finalità  di cui alla legge regionale 24 giugno 1994, n. 31, per l' adeguamento tecnologico delle apparecchiature sanitarie, fissato dall' articolo 15, comma 4, della legge regionale n. 48/ 1996 in annue lire 3.500 milioni per il triennio 1997/ 1999 è  rideterminato, per il triennio 1998/ 2000, in annue lire 3.000 milioni (cap. 60445).

 

ARTICOLO 15
 (Interventi nel settore della formazione professionale)

1.  Per la realizzazione del programma annuale di formazione professionale di cui alla legge regionale 5 maggio 1983, n. 28, è  autorizzata, per l' anno 1998, la spesa pubblica complessiva di lire 14.422 milioni, di cui lire 1.352 milioni per iniziative a totale finanziamento regionale (cap. 30020) e di lire 13.070 milioni per iniziative oggetto di cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo (capp.  9924 e 9925 entrate) e del fondo di rotazione statale (capp.  5570 e 5571 entrate), ivi comprese lire 1.420 milioni di finanziamento regionale (capp.  30176, 30178 spese - parz).

2.  In sede di formazione e di aggiornamento del programma di cui al comma 1, la Giunta regionale, in deroga a quanto previsto dall' articolo 45, comma 1, della legge regionale 27 dicembre 1989, n. 90 e successive modificazioni ed integrazioni, è  autorizzata a disporre con proprio atto amministrativo, da adottarsi su proposta dell' Assessore competente in materia di bilancio e finanze, l' istituzione di ulteriori capitoli di spesa corrispondenti alle misure in cui si articola il programma annuale di formazione professionale di cui alla lr 28/ 1983 nonchè  la variazione, nei limiti della spesa complessivamente autorizzata, dalle disponibilità  finanziarie iscritte ai capitoli cui si riferisce il programma stesso.

 

ARTICOLO 16
 (Partecipazione finanziaria della Regione ai programmi di investimento oggetto di finanziamento comunitario)

1.  Gli oneri a carico della Regione per l' attuazione dei programmi di investimento oggetto di contributi del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e del Fondo di rotazione statale, di cui rispettivamente al regolamento CEE n. 2052/ 88, modificato con regolamento CEE n. 2081/ 93, e alla legge 16 aprile 1987, n. 183, sono determinati in complessive lire 12.657 milioni per il biennio 1998/ 1999 - comprensive delle somme già  autorizzate in precedenza agli stessi fini e per lo stesso periodo - di cui lire 7.150,88 milioni per l' anno 1998 e lire 5.506,12 milioni per l' anno 1999, articolati come segue:
a) documento unico di programmazione obiettivo n. 2 1997/ 1999 - complessive lire 5.208 milioni, di cui lire 2.604 milioni per l' anno 1998 e lire 2.604 milioni per l' anno 1999 (cap. 25024 parz);
b) programma operativo di iniziativa comunitaria << PMI >> 1994/ 1999 - complessive lire 50 milioni, di cui lire 34 milioni per l' anno 1998 e lire 16 milioni per l' anno 1999 (cap. 25040 parz);
c) programma operativo di iniziativa comunitaria << RESIDER II >> 1994/ 1999 - lire 777,6 milioni per l' anno 1998 (cap. 25039);
d) programma operativo di iniziativa comunitaria << KONVER II >> 1994/ 1999 - lire 1.434,6 milioni per l' anno 1998 (cap. 25038);
e) programma operativo di iniziativa comunitaria << INTERREG II italo - francese >> 1994/ 1999 - complessive lire 2,995,2 milioni, di cui lire 1.497,2 milioni per l' anno 1998, lire 1.498 milioni per l' anno 1999 (cap. 25031 parz);
f) programma operativo di iniziativa comunitaria << INTERREG II italo - svizzero >> 1994/ 1999 - complessive lire 532 milioni, di cui lire 264 milioni per l' anno 1998 e lire 268 milioni per l' anno 1999 (cap. 25028);
g) documento unico di programmazione obiettivo n. 5b 1994/ 1999 - complessive lire 1.659,6 milioni, di cui lire 539,48 milioni per l' anno 1998 e lire 1.120,12 milioni per l' anno 1999 (cap. 42490 parz).

2.  Gli oneri a carico della Regione per l' attuazione dei programmi di investimento oggetto di contributi del Fondo europeo agricolo di orientamento e garanzia (FEAOG) e del Fondo di rotazione statale di cui, rispettivamente, al regolamento CEE n. 2052/ 88, modificato con regolamento CEE n. 2081/ 93, e alla legge 16 aprile 1987, n. 183, sono determinati in complessive lire 1.818,455 milioni per il biennio 1998/ 1999 - comprensive delle somme già  autorizzate in precedenza
per gli stessi fini e per lo stesso periodo - di cui lire 337,855 milioni per l' anno 1998 e lire 1.480,6 milioni per l' anno 1999, articolati per programma come segue:
a) documento unico di programmazione obiettivo n. 5b 1994/ 1999 - complessive lire 1.609,155 milioni, di cui lire 233,255 milioni per l' anno 1998, e lire 1.375,9 milioni per l' anno 1999 (cap. 42490 parz);
b) programma operativo di iniziativa comunitaria << INTERREG II italo - francese >> 1994/ 1999 - complessive lire 209,3 milioni, di cui lire 104,6 milioni per l' anno 1998, e lire 104,7 milioni per l' anno 1999 (cap. 25052 parz);

3.  Gli oneri a carico della Regione per l' attuazione di misure di formazione professionale - a supporto dei programmi di investimento di seguito indicati - oggetto di contributi del Fondo sociale europeo (FSE) e del Fondo di rotazione statale di cui, rispettivamente, al regolamento CEE n. 2052/ 88, modificato con regolamento CEE n. 2081/ 93, e alla legge 16 aprile 1987, n. 183, sono determinati in complessive lire 216 milioni per il biennio 1998/ 1999 - comprensive delle somme già  autorizzate in precedenza agli stessi fini e per lo stesso periodo - di cui lire 106 milioni per l' anno 1998 e lire 110 milioni per l' anno 1999, articolati come segue:
a) documento unico di programmazione obiettivo n. 2 1997/ 1999 - complessive lire 97,5 milioni, di cui lire 46,8 milioni per l' anno 1998 e lire 50,7 milioni per l' anno 1999 (cap. 30186 parz);
b) programma operativo di iniziativa comunitaria << INTERREG II italo - francese >> 1994/ 99 - complessive lire 118,5 milioni di cui lire 59,2 milioni per l' anno 1998 e lire 59,3 milioni per l' anno 1999 (cap. 25041 parz).

4.  La Giunta regionale, su proposta dell' Assessore competente
in materia di bilancio e finanze, è  autorizzata ad
apportare al bilancio di previsione le variazioni necessarie
per l' iscrizione nel bilancio stesso delle quote di cofinanziamento
dei programmi di cui ai commi 1, 2 e 3.

ARTICOLO 17
(Interventi nel settore dei trasporti)

 1.  La spesa per l' applicazione della legge regionale 9 maggio 1995, n. 15, recante << Interventi regionali per investimenti nel settore del trasporto pubblico collettivo di persone >>, autorizzata in lire 2.516 milioni per il biennio 1998/ 1999 dall' articolo 18, comma 1, della legge regionale n. 48/ 1996, è  rideterminata, per il triennio 1998/ 2000, in annue lire 4.190 milioni (capp.  67870 e 67890).

2.  La spesa di annue lire 22.500 milioni autorizzata per gli anni 1998 e 1999 dall' articolo 18, comma 2 della legge regionale n. 48/ 1995 per l' erogazione, alle società  concessionarie di servizi di autolinee, dei corrispettivi derivanti dai contratti di servizio stipulati con la Regione ai sensi dell' articolo 25 della legge regionale 15 luglio 1982, n. 32, recante << Disciplina dei servizi di trasporto collettivo di persone e di cose >>, come sostituito con l' articolo 2 della legge regionale 11 aprile
1995, n. 11, è  rideterminata, per il triennio 1998/ 2000 in annue lire 24.000 milioni (cap. 67670).

3.  Dopo il comma 1 dell' articolo 12 della legge regionale 9 maggio 1995, n. 15 recante << Interventi regionali per investimenti nel settore del trasporto pubblico collettivo di persone >> è  inserito il seguente comma 1 bis:
a) << 1 bis - Le detrazioni di cui al comma 1 non si applicano qualora il servizio di trasporto pubblico sia svolto sulla base di un contratto di servizio che prevede un corrispettivo chilometrico annuo predeterminato attraverso gara di appalto o procedura negoziata. >>

4.  La spesa per l' applicazione della legge regionale 7 aprile 1992, n, 15, recante << Iniziative per lo sviluppo del servizio ferroviario e della intermodalità  e per la riqualificazione della linea ferroviaria Aosta - Prè  - Saint - Didier >>, è  rideterminata, per il triennio 1998/ 2000, in complessive lire 25.500 milioni, di cui lire 16.500 milioni (lire 5.500 milioni annui) per l' applicazione del contratto di servizio con le Ferrovie dello Stato (cap. 67970) e lire 9.000 milioni per infrastrutture ed impianti di cui lire 1.000 milioni per l' anno 1998, lire 2.000 milioni per l' anno 1999 e lire 6.000 milioni per l' anno 2000 (cap. 67975).

5.  La residua spesa di lire 20.000 milioni, autorizzata per gli anni 1998 e 2000 dall' articolo 18 comma 4 della legge regionale n. 48/ 1996, per la realizzazione del collegamento ferroviario Cogne - Charemoz - Plan Prà  di cui alla legge regionale 13 dicembre 1984, n. 68, è  rideterminata in lire 4.000 milioni annue per il triennio 1998/ 2000 e parzialmente trasferita all' anno 2001 per lire 6.000 milioni (cap. 68090).

6.  L' autorizzazione di spesa di lire 5.500 milioni per l' anno 1998 e lire 2.000 milioni per l' anno 1999 recata dall' articolo 18, comma 5, della legge regionale n. 48/ 1996, per l' applicazione della legge regionale 23 dicembre 1991, n. 78, concernente il potenziamento delle infrastrutture dell' aeroporto << Corrado Gex >> di Aosta, è  rideterminata in lire 2.300 milioni per l' anno 1998 e in annue lire 5.000 milioni per gli anni 1999 e 2000 (cap. 68150).

 

ARTICOLO 18
 (Interventi in materia di assetto del territorio e di tutela dell' ambiente
Smaltimento dei rifiuti)

1.  La spesa di lire 7.400 milioni per il biennio 1998/ 1999 autorizzata dall' art. 19 della legge regionale n. 48/ 1996 per il completamento delle stazioni intermedie di stoccaggio di rifiuti solidi urbani previsti dall' articolo 1 della legge regionale 16 giugno 1988, n. 44, e per la realizzazione delle discariche annesse all' impianto di compattazione dei predetti rifiuti, ubicato nel comune di Brissogne, di cui alla legge regionale 15 novembre 1995, n. 47, è  rideterminata in lire 8.600 milioni per il triennio 1998/ 2000, di cui lire 2.200 milioni per l' anno 1998, e lire 3.200 milioni annui per il biennio 1999/ 2000 (cap. 59270).

 

ARTICOLO 19
 (Interventi in materia di agricoltura e zootecnica)

1.  Per la concessione di contributi integrativi regionali alle aziende agricole che aderiscono al programma pluriennale realizzato ai sensi del regolamento CEE 30 giugno 1992, n. 2078, la spesa annua di lire 3.300 milioni autorizzata dall' articolo 20, comma 1 della legge regionale n. 48/ 1996, è  rideterminata in lire 3.500 milioni per l' anno 1998 e in annue lire 3.700 milioni per gli anni 1999 e 2000 (cap. 42510).

2.  La residua spesa di lire 6.500 milioni per l' applicazione della legge regionale 7 novembre 1994, n. 66, recante la concessione di contributi a favore dei titolari di allevamenti che acquisiscono o mantengono la qualifica sanitaria di ufficialmente indenne da tubercolosi, brucellosi e leucosi, recata dall' articolo 20, comma 2 della legge regionale n. 48/ 1996, è rideterminata in lire 7.500 (cap. 42810).

ARTICOLO 20
(Interventi in materia di istruzione e cultura)

1.  Per la stipula di convenzioni con università  italiane e dell' area linguistica francese, finalizzate all' istituzione di corsi per la formazione dei docenti, in attuazione dei decreti ministeriali di cui all' art. 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 << Norme urgenti per lo snellimento dell' attività  amministrative e dei procedimenti di decisione e di controllo - (cd Bassanini) >> è  autorizzata la spesa di lire 300 milioni per l' anno 1998, di lire 500 milioni per l' anno 1999 e di lire 700 milioni per l' anno 2000 (cap. 56640 di nuova istituzione).

2.  La residua spesa di lire 38.000 milioni per il triennio 1998/ 2000 per gli interventi di edilizia scolastica di cui all' articolo 1, comma 1, della legge regionale 28 novembre 1996, n. 37, autorizzata dall' articolo 2, comma 1, lettera a) della stessa legge, è  rideterminate in lire 3.000 milioni per l' anno 1998, in lire 14.000 milioni annui per gli anni 1999 e 2000 e trasferita per lire 7.000 milioni all' esercizio 2001 (cap. 56300 parz).

3.  Per il completamento degli interventi di sistemazione del museo Beck Peccoz di Gressoney - Saint - Jean previsti dalla legge regionale 28 novembre 1996, n. 35, è  autorizzata l' ulteriore spesa di lire 100 milioni annui per gli anni 1998 e 1999 (cap. 66050).

 

ARTICOLO 21
(Interventi nel settore del turismo e dello sport)

 1.  Per la realizzazione di infrastrutture sportive di interesse regionale, la Giunta è  autorizzata a contrarre, con l' Istituto per il Credito Sportivo, entro i seguenti importi annui complessivi (capp 11165 entrate e 64821 spesa) che modificano, per gli anni 1998 e 1999, gli importi autorizzati dall' articolo 26, comma 1, della legge regionale n. 48/ 1996:
- anno 1998, lire 1.000 milioni;
- anno 1999, lire 4.300 milioni:
- anno 2000, lire 1.000 milioni.

2.  Per l' ammortamento dei mutui di cui al comma 1 è  autorizzata la spesa di lire 43,5 milioni per l' anno 1998, di lire 273,3 milioni per l' anno 1999, di lire 502,5 milioni per l' anno 2000 e di annue lire 538 milioni a decorrere dall' anno 2000 (capp 69300 parz e 69320 parz).

3.  Per la concessione di contributi in conto capitale ai gestori di piste di sci per la realizzazione di infrastrutture destinare alla pratica agonistica di cui all' art. 3 della legge regionale 20 agosto 1993, n. 72, è  autorizzata, per il triennio 1998/ 2000, la spesa annua di lire 1.200 milioni (cap. 64645).

4.  Per gli interventi previsti dalla legge regionale 7 marzo 1997, n. 7 recante << Disciplina della professione di guida alpina e di aspirante guida alpina in Valle d' Aosta >> è  autorizzata per il triennio 1998/ 2000 la spesa annua di lire 970 milioni (capp.  64360, 64380, 64390 e 64440).

ARTICOLO 22
(Disposizioni in materia di razionalizzazione, diversificazione e risparmio di fonti energetiche)

1.  La spesa per l' applicazione della legge regionale 28 marzo 1995, n. 9, recante << Incentivazione di interventi finalizzati all' abbattimento delle dispersioni termiche in edifici a prevalente uso di civile abitazione >>, autorizzata in lire 500 milioni annue per gli anni 1998 e 1999 dall' articolo 22, comma 3, della legge regionale n. 48/ 1996 è  rideterminata, per gli anni 1998, 1999 e 2000, in annue lire 400 milioni (cap. 48950).

2.  L' applicazione della legge regionale 24 dicembre 1996, n. 44, recante << Concessione di contributi regionali per l' incentivazione all' utilizzo del gas metano >> è  prorogata all' anno 2000;  la residua autorizzazione di spesa di lire 2.646,6 milioni è  rideterminata in lire 4.461 milioni, di cui 1.461 milioni per l' anno 1998 e annue lire 1.500 milioni per gli anni 1999 e 2000 (cap. 33751).

3.  La spesa di lire 1.600 milioni per gli anni 1998 e 1999 per la concessione dei contributi in conto capitale previsti dall' articolo 2, comma 1, lettera a), della legge regionale 15 gennaio 1997, n. 1, recante << Norme per il recupero e la valorizzazione dei prodotti forestali di scarto e dei rifiuti lignei >> autorizzata dall' articolo 7 comma 1, lettera a), della medesima legge, è  rideterminata in lire 300 milioni per l' anno 1998 e in lire 500 milioni annui per gli anni 1999 e 2000 (capº 48820).

 

ARTICOLO 23
 (Rifinanziamento e proroga ad integrazione di alcune norme regionali di spesa)

1.  L' autorizzazione di spesa di annue lire 800 milioni per il biennio 1998- 1999, recata dall' articolo 22, della legge regionale n. 48/ 1996, per l' ulteriore applicazione della legge regionale 28 luglio 1992, n. 37, concernente la costituzione dell' anagrafe regionale delle persone fisiche e giuridiche, è rideterminata in lire 662 milioni per l' anno 1998, in lire 380 milioni per l' anno 1999 ed estesa all' anno 2000, per lire 340 milioni (cap. 21880 parz).

2.  L' autorizzazione di spesa di 12.300 milioni per il biennio 1998/ 99, recata dall' articolo 22, comma 2, della legge regionale n. 48/ 1996, per l' applicazione della legge regionale 6 novembre 1991, n. 66, concernente lavori di ammodernamento e di sistemazione della strada dell' Envers, è  rideterminata, per il triennio 1998/ 2000, in lire 21.690 milioni, di cui lire 4.960 milioni per l' anno 1998, lire 6.730 milioni per l' anno 1999 e llire 8.470 per l' anno 2000 (cap. 51490).

3.  La spesa residua di lire 56.360 milioni, autorizzata per l' anno 1998 per l' applicazione della legge regionale 26 gennaio 1993, n. 4 recante interventi per la riqualificazione e lo sviluppo dell' area industriale Cogne di Aosta, recata dall' articolo 12, comma 1, della legge regionale n. 48/ 1996, è parzialmente trasferita, per lire 5.000 milioni, all' anno 1999 (cap. 46970).

4.  La quota di partecipazione al fondo sociale regionale per l' emarginazione abitativa di cui all' articolo 51 della legge regionale 4 settembre 1995, n. 39, è  determinata in annue lire 80 milioni per il triennio 1998/ 2000 (cap. 61230).

5.  Per la concessione ad Enti pubblici di contributi per l' abbattimento delle barriere architettoniche previsti dalla legge regionale 4 settembre 1995, n. 42, è  autorizzata la spesa di lire 3.000 milioni per l' anno 1998 e annue lire 4.000 milioni per gli anni 1999 e 2000 (cap. 58700).

 

ARTICOLO 24
 (Modifica della misura di sanzioni amministrative previste da alcune leggi regionali)

1.  Le sanzioni amministrative previste dalla legge regionale 31 marzo 1977, n 16, recante << Norme per la disciplina della raccolta dei funghi e per la tutela di alcune specie della fauna inferiore >> e dalla legge regionale 31 marzo 1977, n. 17, recante << Protezione della flora alpina >>, di importo inferiore a lire 10.000, sono elevate a lire 12.000.  Le altre sanzioni amministrative, di importo eguale o superiore a lire 10.000, sono moltiplicate per due.

2.  Le sanzioni amministrative previste dalla legge regionale 22 luglio 1980, n. 34, portante << Disciplina delle attività  di ricezione turistica all' aperto >>, sono moltiplicate per tre, ad eccezione della sanzione amministrativa prevista in misura fissa dall' articolo 14, comma 2, lett h), (sosta al di fuori delle aree disciplinare dalla legge), che è  elevata a lire 150.000.

3.  Le sanzioni amministrative previste dalla legge regionale 23 febbraio 1981, n. 15, portante << Norme per la disciplina dell' estrazione di minerali e fossili >>, sono moltiplicate per due nel minimo e nel massimo edittali.

4.  Le sanzioni amministrative previste dalla legge regionale 22 aprile 1985, n. 17, portante << Regolamento di polizia per la circolazione dei veicoli a motore sul territorio della Regione >>, sono moltiplicate per due nel minimo e nel massimo edittali.

 

ARTICOLO 25
 (Sospensione e revoca di autorizzazioni di spesa recate da leggi regionali)

1.  L' autorizzazione di spesa di lire 40 milioni per l' anno 1998 per l' applicazione della legge regionale 24 dicembre 1992, n. 79, recata dall' articolo 22, comma 4, della legge regionale n. 48/ 1996, è  revocata (cap. 32935).

2.  L' autorizzazione della spesa annua di lire 400 milioni per gli anni 1998 e 1999 per la sosttoscrizione di titoli azionari di società  funiviarie locali di cui alla legge regionale 3 agosto 1971, n. 10, recata dall' articolo 4, comma 3, della legge regionale n. 48/ 1996, è  revocata.

 

ARTICOLO 26
(Abrogazioni)

1.  Il comma 4 dell' articolo 5 della legge regionale 10 agosto 1987, n. 65, come modificato dall' art. 3 della legge regionale 27.3.1991, n. 7, recante << Iniziative per l' insediamento e la cura del verde pubblico e per la gestione delle aree e percorsi attrezzati >> è  abrogato.

ARTICOLO 27
(Disposizioni finanziarie)

1.  Ai maggiori oneri derivanti dalle autorizzazioni di spesa contenute nella presente legge, ammontanti a complessive lire 866.145.500.000 nel triennio 1998/ 2000, di cui lire 583.552.500.000 nell' anno 1998, la Regione fa fronte con le risorse evidenziate nel bilancio pluriennale 1998/ 2000, stato di previsione della parte Entrata, nel rispetto delle destinazioni indicate dallo stato di previsione pluriennale della parte Spesa.

2.  Alla copertura dell' onere di lire 13.000 milioni a carico del bilancio 2001 derivanti dalle autorizzazioni di spesa di cui agli articoli 17, commi 5 e 20, comma 2 si provvede in sede di predisposizione del bilancio pluriennale 1999/ 2001.

 

ARTICOLO 28
(Dichiarazione di urgenza)

1. La presente è  dichiarata urgente ai sensi dell' articolo 31, comma 3, dello Statuto speciale ed entrerà  in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.
E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Autonoma Valle d'Aosta.

Aosta, 17 dicembre 1997.



 


Torna Indietro
Il parere dei nostri esperti

Problemi di gestione ed amministrazione?
Fai una domanda.
Consulta casi e questioni.

Agenda