Cerca:    
Giorno: 20/11/2017  Ora
Login Form

Username:

Password:

Risoluzione del 01/09/1982 prot. 311975


Ministero delle Finanze - Tasse e Imposte Indirette sugli Affari
Bollo. Cambiali per sovvenzioni a imprese artigiane.

Sintesi:

Le  cambiali, emesse  in relazione  alle operazioni di credito all'artigianato per   i  finanziamenti   di  qualunque   durata,  devono   ritenersi  soggette all'imposta  di bollo  di lire  100 per  ogni milione  o frazione  di milione, purche'  le  operazioni  di  finanziamento  vengano effettuate  da aziende  ed istituti  di credito  e loro  sezioni ai sensi dell'art. 16 del d.p.r. 601/73.


Testo:

Codesta  Intendenza ha  trasmesso l'istanza con cui la Cooperativa in  oggetto ha   chiesto  di   conoscere  quale  sia  la  misura dell'imposta di bollo che debbono  scontare le  cambiali che vengano rilasciate dalle imprese  artigiane per   i  prestiti  concessi a titolo di credito all'artigianato dagli istituti bancari della provincia.                                                   

In  proposito si  osserva che l'art. 15 del D.P.R. 29 settembre 1973, n.  601, stabilisce,    tra  l'altro,   che  le  cambiali,  emesse  in  relazione  alle operazioni  di finanziamento  effettuate da aziende ed istituti di  credito  e da   loro  sezione   o gestioni che esercitano,  in conformita' a disposizioni legislative,   statutarie o   amministrative,  il  credito  a  medio  e  lungo termine,   sono  soggette  all'imposta di bollo di lire 100 per ogni milione o frazione di milione.                                                      

Ai  sensi del  successivo art.  16 tale agevolazione  si  applica  anche  alle operazioni   relative  ai   finanziamenti  di qualunque durata,  effettuati in conformita'  a  disposizioni   legislative,  statutarie  o  amministrative  da aziende   ed  istituti   di  credito  e loro sezioni o gestioni in determinati settori  del credito  tra i  quali  e'  compreso  il  credito  all'artigianato previsto  dal decreto  legislativo 15 dicembre 1947, n. 1418, e dalla legge 25 luglio 1952, n. 949.                                                         

Cio'   posto,  si   ritiene,  conformemente  al  parere  espresso  da  codesta Intendenza  che, a  norma del combinato disposto dei citati artt.  15 e 16 del D.P.R.   n.  601,  le cambiali, emesse in relazione alle operazioni di credito all'artigianato  per i  finanziamenti  di  qualunque  durata,  siano  soggette all'Imposta   di  bollo   di  L.  100  per ogni milione o frazione di milione,purche'  le operazioni  di finanziamento  vengano  effettuate  da  aziende  ed istituti  di credito  e loro sezioni o gestioni, come indicato nel primo comma del citato art. 16. 



 


Torna Indietro
Il parere dei nostri esperti

Problemi di gestione ed amministrazione?
Fai una domanda.
Consulta casi e questioni.

Agenda