Cerca:    
Giorno: 19/11/2017  Ora
Login Form

Username:

Password:

Risoluzione del 29/11/1989 prot. 450494


Ministero delle Finanze - Tasse e Imposte Indirette sugli Affari
Oggetto:Agevolazioni. Bollo. Cambiali artigiane. Misura dell'imposta.

Sintesi:

Le  cambiali emesse  in relazione  alle operazioni  di credito all'artigianato sono  soggette all'imposta  di bollo  di L. 100 per ogni milione o frazione ed e' comprensiva delle imposte delle eventuali dichiarazioni cambiarie ferali. 

Testo:

La   Confederazione  generale   italiana  dell'artigianato,  con sede in Roma, P.zza  Venezia n.   11, con nota n.  0272 del 20 febbraio 1989, nel premettere che  le "Cooperative  artigiane di garanzia di credito", costituite in base ad uno  statuto approvato  dal Ministero dell'Industria, Commercio e Artigianato, aventi   lo scopo  di fornire garanzie per agevolare la concessione di crediti bancari  ai propri  soci imprese artigiane,  le  quali  rilasciano  all'ordine della   Banca apposite  cambiali,  ha chiesto di conoscere il trattamento,  ai fini  dell'imposta di   bollo,  delle  predette  cambiali  e  se  la  cambiale artigiana   con  il  bollo nella misura indicata,  non onorata alla scadenza e quindi  pagata dalla   Cooperativa  garante,  possa  consentire  a  queste  il recupero in via cambiaria. Al   riguardo  si  osserva che a norma del combinato disposto dei citati artt. 15  e 16  del D.P.R.  29  settembre  1973,  n.  601,  le  cambiali  emesse  in relazione   alle  operazioni   di  credito  all'artigianato  di cui al decreto legislativo  15 dicembre  1947, n.  1418 e alla legge 25 luglio 1952, n.  949, sono   soggette  all'imposta  di bollo di lire 100 per ogni milione o frazione di milione. Per  quanto concerne  infine il secondo quesito si  ritiene  che  nell'imposta assolta   sul  titolo   nella  misura  di lire 100 per ogni milione di lire e' compresa  quella delle  eventuali dichiarazioni cambiarie nello stesso apposte quali l'avallo. Pertanto,    l'avallante  che   ha  pagato  la  cambiale  puo'  legittimamente esercitare   l'azione cambiaria  contro l'avallato per il recupero della somma versata alla Banca.



 


Torna Indietro
Il parere dei nostri esperti

Problemi di gestione ed amministrazione?
Fai una domanda.
Consulta casi e questioni.

Agenda