Cerca:    
Giorno: 19/11/2017  Ora
Login Form

Username:

Password:

Circolare INPS n.237 del 12/11/98 - piccola società cooperativa


DIREZIONE CENTRALE DELLE ENTRATE CONTRIBUTIVE
PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA EX LEGE 7.8.1997, N. 266. DPR N. 602/1970.

ROMA, 12.11.1998
AI DIRIGENTI CENTRALI E PERIFERICI
AI COORDINATORI GENERALI, CENTRALI E PERIFERICI DEI RAMI PROFESSIONALI
AL COORDINATORE GENERALE MEDICO LEGALE E PRIMARI MEDICO LEGALI
E, PER CONOSCENZA,
AL PRESIDENTE
AI CONSIGLIERI DI AMMINISTRAZIONE
AL PRESIDENTE E AI MEMBRI DEL CONSIGLIO DI INDIRIZZO E VIGILANZA
AI PRESIDENTI DEI COMITATI AMMINISTRATORI DI FONDI, GESTIONI E CASSE
AI PRESIDENTI DEI COMITATI REGIONALI
AI PRESIDENTI DEI COMITATI PROVINCIALI
ALLEGATO N. 1

OGGETTO: PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA EX LEGE 7.8.1997, N. 266. DPR N. 602/1970.

SOMMARIO: APPLICABILITÀ DEL REGIME PREVIDENZIALE EX DPR N. 602/1970 AD UNA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA PREVISTA DALL'ART. 21 DELLA LEGGE N. 266/1997.


LA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA, INTRODOTTA NEL NOSTRO ORDINAMENTO DAL CITATO ART. 21, È UNA FORMA SEMPLIFICATA DI SOCIETÀ COOPERATIVA CHE DEVE ESSERE COMPOSTA ESCLUSIVAMENTE DA PERSONE FISICHE IN NUMERO NON INFERIORE A TRE E NON SUPERIORE A OTTO SOCI. LA DENOMINAZIONE SOCIALE, IN QUALUNQUE MODO FORMATA, DEVE CONTENERE L'INDICAZIONE "PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA".

ALLA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA SI APPLICANO LE NORME RELATIVE ALLE SOCIETÀ COOPERATIVE IN QUANTO COMPATIBILI.

TENENDO CONTO CHE L'ART. 2 DEL CITATO DPR PREVEDE GIÀ TRA I DESTINATARI ANCHE GLI ORGANISMI DI FATTO, PURCHÈ CON UN NUMERO DI SOCI NON INFERIORE A TRE, IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE, CON NOTA N. 6/PS/6.1788/AT/7/PG DEL 6.11.1998, HA RITENUTO CHE IL PARTICOLARE REGIME PREVIDENZIALE EX DPR N. 602/1970 SIA APPLICABILE ANCHE ALLE PICCOLE SOCIETÀ COOPERATIVE.

IL DIRETTORE GENERALE

TRIZZINO

ALLEGATO N. 1

LEGGE 7 AGOSTO 1997, N. 266.

INTERVENTI URGENTI PER L'ECONOMIA. ART. 21

PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA

1.

LA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA, QUALE FORMA SEMPLIFICATA DI SOCIETÀ COOPERATIVA, DEVE ESSERE COMPOSTA ESCLUSIVAMENTE DA PERSONE FISICHE IN NUMERO NON INFERIORE A TRE E NON SUPERIORE AD OTTO SOCI.

2.

LA DENOMINAZIONE SOCIALE, IN QUALUNQUE MODO FORMATA, DEVE CONTENERE L'INDICAZIONE DI "PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA". TALE INDICAZIONE NON PUÒ ESSERE USATA DA SOCIETÀ CHE NON HANNO SCOPO MUTUALISTICO.

3.

ALLA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA SI APPLICANO LE NORME RELATIVE ALLE SOCIETÀ COOPERATIVE IN QUANTO COMPATIBILI CON LE DISPOSIZIONI DEL PRESENTE ARTICOLO.

4.

NELLA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA, SE IL POTERE DI AMMINISTRAZIONE È ATTRIBUITO ALL'ASSEMBLEA, È NECESSARIA LA NOMINA DEL PRESIDENTE, AL QUALE SPETTA LA RAPPRESENTANZA LEGALE.

5.

ALLA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA SI APPLICANO LE NORME IN MATERIA DI COLLEGIO SINDACALE PREVISTE PER LA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA DI CUI AGLI ARTICOLI 2488 E SEGUENTI DEL CODICE CIVILE.

6.

NELLA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA PER LE OBBLIGAZIONI SOCIALI RISPONDE SOLTANTO LA SOCIETÀ CON IL SUO PATRIMONIO.

7.

RICORRENDO I REQUISITI PREVISTI DALLA LEGGE; LA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA DEVE DELIBERARE LA PROPRIA TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ COOPERATIVA. LA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA PUÒ TRASFORMARSI ESCLUSIVAMENTE IN SOCIETÀ COOPERATIVA.

8.

ALLA TRASFORMAZIONE E ALLA FUSIONE DELLA PICCOLA SOCIETÀ COOPERATIVA SI APPLICANO GLI ARTICOLI 2498 E SEGUENTI DEL CODICE CIVILE.



 


Torna Indietro
Il parere dei nostri esperti

Problemi di gestione ed amministrazione?
Fai una domanda.
Consulta casi e questioni.

Agenda