Cerca:    
Giorno: 21/11/2017  Ora
Login Form

Username:

Password:

DECRETO MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE 17 luglio 2003


Gazzetta Ufficiale n. 193 del 21-08-2003
Determinazione del limite temporale dalla presentazione dell'ultimo bilancio per la nomina di commissario liquidatore negli scioglimenti d'ufficio ex art. 2544 del codice civile di società cooperative.

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO


Visto l'art. 2544 del codice civile che prevede lo scioglimento d'ufficio delle società cooperative e dei loro consorzi;

Visto il decreto legislativo del Capo Provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947, n. 1577, e successive modificazioni;

Visto l'art. 223-septiesdecies del regio decreto 30 marzo 1942, n. 318, nel testo di cui all'art. 9 del decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 6;

Tenuto conto della circolare del Ministero del lavoro e della previdenza sociale n. 30/81 con la quale, tra l'altro, sono state impartite istruzioni in materia di scioglimento d'ufficio ex art. 2544 del codice civile con particolare riferimento all'inutilità della nomina del commissario liquidatore in presenza di un attivo modesto che non consenta nemmeno la copertura delle spese di procedura;

Ritenuto che tale concetto, in ossequio al principio di economicità dell'azione amministrativa, possa essere utilmente ampliato alle procedure il cui ultimo bilancio depositato risale a più di cinque anni;

Considerato che, laddove l'ultimo bilancio depositato comprenda fra le poste attive solamente reliquati patrimoniali mobiliari, in considerazione del lasso di tempo intercorso, si può ragionevolmente ritenere ormai prescritto, decaduto o comunque inazionabile qualsivoglia diritto o pretesa economica ad esse connessa;

Ravvisata la necessità di procedere ad una ulteriore semplificazione degli atti amministrativi inerenti i provvedimenti sanzionatori nei confronti delle società cooperative e dei loro consorzi;

Riconosciuta quindi l'opportunità di fissare i nuovi criteri di cui alle premesse;

Decreta:

Art. 1.

A decorrere dalla data del presente decreto, non si procede alla nomina del commissario liquidatore nelle procedure di scioglimento d'ufficio ex art. 2544 del codice civile delle società cooperative e dei loro consorzi laddove l'ultimo bilancio depositato annoveri solamente poste attive di natura mobiliare e risalga a più di cinque anni dalla data dell'ultima revisione o mancata revisione.

Art. 2.

Il suddetto criterio si applica anche alle procedure per le quali è attualmente in corso l'istruttoria per l'emissione del decreto di scioglimento ex art. 2544 e con nomina di commissario liquidatore.

Roma, 17 luglio 2003

Il Sottosegretario di Stato:

Galati

 




 


Torna Indietro
Il parere dei nostri esperti

Problemi di gestione ed amministrazione?
Fai una domanda.
Consulta casi e questioni.

Agenda